SOLETTE AMMORTIZZANTI, PLANTARI E PROBLEMI DI SCHIENA

Bonanno DR, British Journal of Sports Medicine, 2016
Steffens D, JAMA Internal Medicine, 2016

Secondo una nuova revisione sistematica e meta-analisi, i consumatori che spendono milioni di dollari per prevenire il mal di schiena con l'utilizzo di plantari e solette ammortizanti stanno buttando via i loro soldi.
Daniel R. Bonanno ha studiato l'efficacia di plantari e solette ammortizzanti nella prevenzione di lesioni e dolore a livello di schiena e arti inferiori. I risultati hanno mostrato che i plantari sono in grado di ridurre del 73% il dolore alla tibia, del 35% le fratture di tibia, del 47% quelle del femore e del 75% quelle metatarsali, ma non hanno un valore preventivo per le lesioni muscolo-scheletriche come il dolore al tendine d'Achille, al ginocchio e alla schiena. Le solette ammortizzanti non hanno invece alcun valore preventivo per l'insorgenza di lesioni o dolore, mentre uno studio mostra addirittura un aumento dell'incidenza di lesioni.
É importante tuttavia sottolineare che la qualità degli studi coinvolti era di basso livello e che la maggior parte della popolazione fosse composta da militari, nei quali i pattern di attività fisica sono sostanzialmente differenti rispetto a quelli della popolazione normale.
Una revisione sistematica e meta-analisi di Daniel Steffens ha anch'essa dimostrato l'inutilità delle solette nella prevenzione del mal di schiena, mentre ha trovato che l'esercizio da solo e l'esercizio combinato con l'educazione fossero i metodi più efficaci per prevenire l'insorgenza del mal di schiena.


Gruppo di Studio della Scoliosi e della colonna vertebrale
Corso Pavia, 37 - 27029 Vigevano (Pv), Italia - gss@gss.it