CONFRONTO TRA METODO MCKENZIE E AGENTI ELETTROFISICI NELLA LOMBALGIA CRONICA

Murtezani A, Journal of Back and Musculoskelet Rehabilitation, 2015
Naugle KO, Pain, 2017

 

La lombalgia cronica rappresenta un importante problema di salute pubblica ed è uno dei motivi più comuni che spingono a richiedere assistenza medica. Tra le terapie per il trattamento della lombalgia, vengono ampiamente utilizzati sia gli agenti elettrofisici che gli esercizi.
Uno studio randomizzato controllato del 2015 ha messo a confronto la terapia con agenti elettrofisici alla terapia con esercizi McKenzie in 271 pazienti con lombalgia cronica. Ad un follow-up di 3 mesi, il miglioramento in termini di riduzione del dolore e disabilità è stato superiore nel gruppo trattato con il metodo McKenzie (Murtezani A, 2015).
Questi risultati sono in linea con quelli di molti altri studi, precedenti e successivi, che attestano l'efficacia della terapia con esercizi nel trattamento della lombalgia. Una delle scoperte recenti più interessanti è stata che forme di esercizio differenti sembrano avere effetti simili sul mal di schiena, ovvero nessuna tecnica specifica di esercizi sembra essere migliore delle altre. Secondo il ricercatore James Rainville, l'impatto positivo dell'esercizio deriva probabilmente dalla sua influenza sul sistema nervoso centrale. Uno studio del 2017 ha infatti dimostrato che un'attività fisica da moderata a vigorosa è associata ad una maggiore inibizione del dolore, mentre il comportamento sedentario e un basso livello di attività fisica ad una maggiore facilitazione del dolore (Naugle KO, 2017).
Sono necessari studi ulteriori che vadano ad indagare i meccanismi alla base del miglioramento registrato con le tecniche di esercizi.


Gruppo di Studio della Scoliosi e della colonna vertebrale
Corso Pavia, 37 - 27029 Vigevano (Pv), Italia - gss@gss.it