QUALI INTERVENTI PREVENGONO L'INSORGENZA DELLA LOMBALGIA?

Steffens D, JAMA Internal Medicine, 2016
Shiri R, American Journal of Epidemiology, 2017

Una revisione sistematica sulla prevenzione della lombalgia ha analizzato i risultati provenienti da 23 studi condotti su oltre trentamila soggetti.
Un'evidenza da studi di qualità moderata ha dimostrato che l'esercizio associato ad informazioni educazionali riduce il rischio di episodi di lombalgia, mentre di qualità bassa che l'esercizio da solo può ridurre sia il rischio di episodi di lombalgia che di assenze dal lavoro per malattia. Con una qualità da moderata a molto bassa, l'educazione da sola non ha mostrato invece alcun effetto nè sugli episodi di lombalgia nè sull'assenza per malattia. Un'evidenza da studi di bassa qualità ha dimostrato che nè le fasce lombari nè le solette nelle scarpe hanno effetti predittivi sulla lombalgia (Steffens D, 2016).
Una revisione sistematica con meta-analisi successiva ha invece analizzato gli effetti dell'attività fisica sulla prevenzione della lombalgia in 4310 soggetti di 26 studi. I partecipanti praticavano, a seconda degli studi, esercizi di stretching, di rafforzamento e di miglioramento della capacità aerobica, dell'equilibrio e della coordinazione. 
I risultati hanno mostrato una diminuzione del 33% della probabilità di sviluppare lombalgia nei soggetti che praticavano attività fisica rispetto a coloro che non la praticavano (Shiri R, 2017).
L'esercizio fisico è quindi in grado di ridurre il rischio di insorgenza di lombalgia; rimane da approfondire il ruolo di altri tipi di interventi. 


Gruppo di Studio della Scoliosi e della colonna vertebrale
Corso Pavia, 37 - 27029 Vigevano (Pv), Italia - gss@gss.it