OPPIOIDI PER IL MAL DI SCHIENA CRONICO: LA CURA PIÙ DISASTROSA NELLA STORIA DEL TRATTAMENTO DEL MAL DI SCHIENA?

Franklin G, Meeting of the North American Spine Society, 2013

L’istituzione medica sta lentamente arrivando alla resa dei conti per quanto riguarda i terribili errori commessi nella promozione degli oppioidi come cura del dolore cronico.
Il mal di schiena si trova nel cuore di questa scelta “distruttiva” di trattamento: è la causa principale dell’uso di oppioidi e uno dei motivi per i quali gli Stati Uniti e altri Paesi industrializzati sono “traboccanti di oppioidi”.

Durante il Congresso annuale della North American Spine Society (NASS), il neurologo Gary Franklin si è dovuto scusare in anticipo per l’iperbole che avrebbe usato nella sua descrizione di questa scelta di trattamento: “Si tratta della peggiore epidemia causata dall’uomo nella storia della medicina moderna”.
L’evidenza scientifica supporta la descrizione di Franklin. Gli Stati Uniti comprendono meno del 5% della popolazione mondiale, ma consumano l’85% degli oppioidi prescritti nel mondo. ll 2-3% degli adulti statunitensi si sta trattando in questo momento con oppioidi.
Questa terapia ha causato rispetto ai quindici anni precedenti un eccesso di 150 mila vittime, circa tre volte il numero di americani morti durante la guerra in Vietnam. Sono 16 mila i morti che si contano ogni anno a causa degli oppioidi e questo numero sta ancora crescendo. Tra queste morti, alcune sono correlate alla prescrizione stessa degli oppioidi, altre al maluso e all’abuso di questi medicinali.
La cura con oppioidi ha inoltre lasciato in eredità un numero ancora maggiore di pazienti dipendenti da una terapia correlata a rischi di gran lunga superiori ai benefici dimostrati.
Qualcuno troverà da ridire sul fatto che molte morti legate all’assunzione di oppioidi siano causate da terapie mediche di routine e non dall’abuso/maluso di questo farmaco. Tuttavia, nella sua presentazione Franklin ha ricordato che uno dei miti circa il numero di vittime causate dall’assunzione di oppioidi è che questo sia legato solamente all’abuso dei farmaci da parte dei pazienti e non all’abuso delle prescrizioni ad opera dei medici.
Franklin ha osservato che solamente un terzo delle morti da oppioidi è legato all’uso improprio degli stessi da parte dei pazienti. “Più del 50% stanno morendo perché devono assumere troppi oppioidi o perché abusano degli oppioidi che hanno”. “La maggior parte di queste persone muore smettendo di respirare nel sonno, a causa del potente effetto depressivo degli oppioidi sul sistema respiratorio”, ha concluso Franklin.

 


Gruppo di Studio della Scoliosi e della colonna vertebrale
Corso Pavia, 37 - 27029 Vigevano (Pv), Italia - gss@gss.it