DIFFIDARE DALLE INTERPRETAZIONI RADIOGRAFICHE DI STENOSI SPINALE

Osteoarthritis and Cartilage, 2013

Un nuovo studio trasversale sulla popolazione giapponese ha rilevato una prevalenza sorprendentemente alta di stenosi spinale radiografica negli individui di mezza età e anziani.

Yuyu Ishimoto ha analizzato la stenosi spinale radiografica e i sintomi clinici in un campione di popolazione adulta tra i 40 e i 93 anni. La severità della stenosi spinale lombare (LSS), comprendendo la stenosi centrale, la stenosi laterale e la stenosi foraminale, è stata valutata tramite la risonanza magnetica. I sintomi sono stati classificati in base alla definizione della LSS sintomatica presente nelle linee guida della North American Spine Society.
Il 77.9% dei soggetti presentava una stenosi del canale centrale e, tra queste, il 30% era una stenosi severa. Soltanto il 17.5% dei soggetti con stenosi spinale severa era sintomatico.
Non esiste una definizione unica e universalmente accettata della stenosi spinale lombare radiografica ed esistono più stime circa la sua prevalenza nei pazienti e nella popolazione generale.
Tuttavia, tutti gli studi condotti fino ad ora concordano nel consigliare agli specialisti di non individuare la causa del dolore del paziente dalla sola immagine radiografica che presenta stenosi spinale, ma di interpretarla sempre nel contesto dei sintomi del paziente, della sua storia e dell'esame clinico. Quando la stenosi è presente solo nelle immagini, l'indicazione è quella di "non svegliare il can che dorme".


Gruppo di Studio della Scoliosi e della colonna vertebrale
Corso Pavia, 37 - 27029 Vigevano (Pv), Italia - gss@gss.it