NON SVEGLIARE IL CAN CHE DORME 

Kherad M, The Spine Journal, 2014

Uno studio proveniente dalla Svezia ha dimostrato che le fratture vertebrali visibili nelle immagini diagnostiche sono per la maggior parte clinicamente irrilevanti.
Mehrsa Kherad ha analizzato le radiografie toraciche e lombari di 1427 uomini tra 69 e 81 anni e ha fatto loro compilare un questionario per valutare l'eventuale presenza di mal di schiena e l'abilità nello svolgere le attività della vita quotidiana.

Il 15% circa degli uomini presentava almeno una frattura vertebrale e, tra questi, il 58% ne aveva una, il 21% due, il 9% tre e l'11% almeno quattro; il 70% delle fratture era localizzato a livello toracico, il 30% a livello lombare.

Solo un uomo ogni dieci sapeva di avere una frattura e, per di più, la percentuale di uomini con mal di schiena era del tutto simile tra coloro che presentavano fratture e coloro che non le presentavano (57% nei primi, 55% nei secondi).
I ricercatori non hanno trovato una relazione tra la presenza di frattura vertebrale e l'abilità nel compiere le attività della vita quotidiana e hanno concluso che le fratture vertebrali negli uomini anziani sono comuni ma hanno una bassa rilevanza clinica.


Gruppo di Studio della Scoliosi e della colonna vertebrale
Corso Pavia, 37 - 27029 Vigevano (Pv), Italia - gss@gss.it