GLI OPPIODI E LE BENZODIAZEPINE: QUESTA COMBINAZIONE PREOCCUPANTE METTE I PAZIENTI A RISCHIO DI OVERDOSE E MORTE

Nielsen S, Pain Medicine, 2015

Spesso i medici prescrivono benzodiazepine come il diazepam (Valium) e il lorazepam (Ativan) per il loro effetto sedativo nella cura dell'ansia, dell'insonnia, dell'agitazione, degli spasmi muscolari, dei disordini da abuso di sostanze e delle sindromi da astinenza di alcol e droghe. Queste possono essere considerate efficaci, con una ragionevole sicurezza, nel breve e medio-termine.

Uno studio recente condotto da Suzanne Nielsen su pazienti con dolore cronico trattato con terapie a lungo termine a base di oppioidi ha dimostrato che il 33% di questi stava assumendo benzodiazepine su base mensile e il 17% su base giornaliera. L'utilizzo di questa combinazione era collegato a livelli maggiori di dolore, ad una maggiore interferenza del dolore nella vita quotidiana e ad una sensazione minore di autoefficacia. Le benzodiazepine erano utilizzate soprattutto dai pazienti con disordini psicologici, con terapie antidepressive in atto, con disordini da abuso di sostanze e dai fumatori.
I pazienti con dolore cronico di origine non tumorale che assumono quotidianamente benzodiazepine rappresentano una categoria più a rischio di comorbidità mentali multiple e di ricorso a cure sanitarie d'emergenza.


Gruppo di Studio della Scoliosi e della colonna vertebrale
Corso Pavia, 37 - 27029 Vigevano (Pv), Italia - gss@gss.it