Il materiale scientifico presentato sul sito è indirizzato ai medici e ai tecnici che trattano le patologie vertebrali. Per i pazienti le informazioni mediche disponibili in queste pagine sono solo ad uso educativo e non sono sostitutive di un parere medico o tecnico professionale.



GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS
 
                                                  GSS News
                               Anno X, Numero 9 - 28 novembre 2007
 
GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS
 
--------
Il GSS – Gruppo di Studio della Scoliosi e delle patologie vertebrali -  
rispetta la vostra privacy!
La lista degli iscritti e' strettamente riservata e non verra' mai fornita a terzi.
Se non volete piu' ricevere le News, trovate piu' avanti le istruzioni per la 
rinuncia
--------
_________________________
In questo numero:
  
** IN BREVE DALLA LETTERATURA

** IN BREVE DA SOSORT 2007 (BOSTON)

** CONGRESSO R&R 2008

** LINK UTILI

** LA CITAZIONE
 
===================================================
I N   B R E V E    D A L L A  L E T T E R A T U R A
a cura di Alessandra Negrini
===================================================

+ OSTEOPOROSI E MOVIMENTO
Shea B. et al., Eur Med Phys
http://www.gss.it/fascicoli/fascicoli.asp?ref=F200602

Due articoli pubblicati su riviste indicizzate inquadrano tutti gli aspetti principali 
dell’utilizzo degli esercizi nella prevenzione e nel trattamento in caso di osteoporosi. 
Vengono considerati tutti gli studi che si sono occupati di variazioni della massa ossea 
in seguito agli esercizi.
La ragione principale per una fisioterapia dedicata all’osteoporosi è quella di ridurre 
il rischio di frattura migliorando l’equilibrio, il tono muscolare e lo stato di forma 
generale. I risultati per la salute complessiva del paziente sono molto più rilevanti 
infatti che non cercare di aumentare solo la massa ossea con il movimento.
Quindi, diversamente dal trattamento medico, gli esercizi agiscono simultaneamente su 
vari fattori e consentono realmente una prevenzione delle cadute e di conseguenza 
delle fratture.


+ SCREENING DELLA SCOLIOSI: CHE COSA FARE E PERCHE’
Bunnell WP, Clin Orthop and Rel Res
http://www.gss.it/fascicoli/fascicoli.asp?ref=F200603

Lo screening  scolastico per la scoliosi è stato ampiamente attuato negli Stati Uniti 
e in tutto il mondo negli ultimi cinquant’anni. La comunità ortopedica considera 
benefici i risultati dello screening vertebrale, fra i quali il più notevole è la 
riduzione della necessità di eseguire procedure di artrodesi vertebrale, ma gli 
epidemiologi e i responsabili delle decisioni politiche considerano lo screening una 
procedura ingiustificata per diverse ragioni, fra cui principalmente il costo.
La pratica dello screening scolastico è purtroppo oggi caduto in disuso anche in 
quasi tutta Italia; la conseguenza, più volte verificata nella pratica clinica, è 
oggi quella di trovarsi di fronte alle scoliosi ormai non più trattabili conservativamente, 
anche da quelle zone d’Italia cosiddette sanitariamente “progredite”, nelle quali solo 
10-15 anni fa questo avveniva molto, molto raramente.
Bunnell è l’inventore di un  piccolo e molto pratico attrezzo per lo screening della 
scoliosi (lo Scoliometro), che è diventato uno strumento indispensabile per tutti 
quelli che si occupano di questa patologia. http://www.gss.it/notizie/valutazionescoliosi.pdf
Bunnell è tuttora uno dei più importanti fautori di questa indispensabile pratica preventiva, 
contestata da molti su basi che vengono qui analizzate e discusse ampiamente. 
Lo studio di Bunnell riesamina questa esperienza collettiva eseguendo una revisione 
delle conoscenze più recenti sulla scoliosi, che hanno implicazioni dirette per lo 
screening, formulando raccomandazioni volte ad aumentare l’efficacia delle procedure 
di screening
Il pregio principale del lavoro risiede nella completa disamina di che cosa fare e 
perché in caso di scoliosi, dopo averle chiaramente individuate grazie allo screening.
(Chi è interessato allo scoliometro: http://www.isico.it/catalogo/kit.htm
Sconto ai Soci GSS)


+ ESERCIZI PER LA LOMBALGIA CRONICA
Rainville J et. al., The Spine Journal
http://www.gss.it/fascicoli/fascicoli.asp?ref=F200603

Gli esercizi sono indubbiamente ormai riconosciuti come un presidio fondamentale nel 
trattamento del paziente lombalgico cronico. Rainville,  illustra nella sua revisione, 
non solo che l’esercizio serve, ma come lo si deve applicare al paziente in caso di 
lombalgia cronica. Comincia dimostrando, dati alla mano, come le probabilità di avere 
dolore in chi fa gli esercizi sia minore rispetto alla popolazione di confronto. Un 
iniziale fastidio in chi riprende a fare esercizi dopo anni ci può essere, ma l’autore 
giustamente sottolinea l’importanza di prestargli molta attenzione perché non risulti 
psicologicamente deleterio per il paziente. In questo senso, viene anche correttamente 
puntualizzato il ruolo degli esperti nel sedare le ansie del soggetto, per consentire 
una ripresa adeguata della funzionalità o per non perderla. Molto interessanti sono poi 
le annotazioni, anche qui derivate dalla letteratura, sui dosaggi degli esercizi per 
incrementare la flessibilità e la forza resistente. La conclusione ci porta a quello che 
è forse il ruolo maggiore dell’esercizio nel paziente lombalgico cronico: uno strumento 
essenziale per ottenere una riabilitazione cognitivo-comportamentale, cioè la capacità 
di affrontare e gestire il proprio problema consapevolmente e con armi adeguate.


======================================================
I N   B R E V E  D A  S O S O R T  2 0 0 7 (B O S T O N)
a cura di Salvatore Atanasio
======================================================

+ www.scoliosisjournal.com
Sezione dedicata alla rivista internazionale online “Scoliosis", con un breve riassunto 
in italiano e un link che permette di collegarsi direttamente agli articoli integrali in 
inglese. Gli articoli più interessanti verranno tradotti in italiano e diffusi attraverso 
i fascicoli del GSS (www.gss.it/fascicoli).

Come promesso nel numero precedente cominciamo ad occuparci del ricchissimo materiale 
proveniente dal congresso SOSORT  di Boston del maggio scorso. 

- SOSORT consensus paper: lo screening scolastico per la scoliosi: a che punto siamo?
TB Grivas, MH Wade, S Negrini, JP O'Brien, T Maruyama, MC Hawes, M Rigo, HR Weiss, 
T Kotwicki, ES Vasiliadis, L Neuhaus Sulam, T Neuhous. Scoliosis 2007, 2:17doi:10.1186/1748-7161-2-17
http://www.scoliosisjournal.com/content/pdf/1748-7161-2-17.pdf
Lo screening scolastico per la scoliosi: vexata quaestio. Un tempo largamente usato, da 
un po’ di anni precipitosamente abbandonato. La situazione, secondo noi è in definitiva 
abbastanza semplice: la disputa è fra quanti pensano di avere in mano degli strumenti 
idonei (cinesiterapia, corsetto) per modificare la storia naturale della scoliosi e 
quindi necessitano di una diagnosi la più precoce possibile, e quanti (e sono, purtroppo, 
la maggioranza in campo internazionale) ritengono che solo la chirurgia possa interagire 
con il corso della malattia. Qui riuniti i pareri autorevoli dei maggiori esperti 
internazionali del trattamento conservativo. Come sempre nella tradizione SOSORT non è un 
punto di arrivo, ma la base per ricerche e studi futuri.

- Simulazioni biomeccaniche del processo di deformazione del rachide scoliotico in 
pulcini pinealectomizzati: studio preliminare
P Lafortune, C-E Aubin, H Boulanger, I Villemure, KM Bagnall, A Moreau. Scoliosis 2007, 
2:16doi:10.1186/1748-7161-2-16
http://www.scoliosisjournal.com/content/pdf/1748-7161-2-16.pdf
Se, in animali da esperimento bipedi, si provoca la distruzione o l’ablazione della 
ghiandola pineale (epifisi), si svilupperà una scoliosi. Da qui i vari studi volti a 
investigare e definire il ruolo del principale ormone prodotto dall’epifisi, la melatonina, 
nell’etiopatogenesi della scoliosi che purtroppo ancora siamo costretti a definire 
idiopatica. In questo interessantissimo articolo gli autori canadesi hanno provato a 
mettere a punto un modello sperimentale di sviluppo della deformità scoliotica comparando 
i risultati con un gruppo di pulcini pinealectomizzati. Un altro piccolo passo verso 
la completa conoscenza dei parametri biomeccanici che influenzano la progressione 
della scoliosi.


======================================================
C O N G R E S S O   R A C H I D E    E   R I A B I L I T A Z I O N E   
M U L T I D I S C I P L I N A R E   2 0 0 8 
======================================================

+ www.isico.it/rer2008
Proseguendo nel solco della prime tre edizioni, che hanno riscosso un grande  successo 
fornendo ai partecipanti certezze derivanti da studi seri, si svolgerà a MILANO, 
il 15 MARZO 2008, il Congresso ISICO "R&R 2008 - Rachide e Riabilitazione Multidisciplinare: 
IV Evidence Based Medicine".
EVENTO DA SEGNARE SUL CALENDARIO!
Presidente: STEFANO NEGRINI - Presidente Onorario: SILVANO BOCCARDI
Sono previste:
* LE LEZIONI MAGISTRALI E LE NOVITÀ INTERNAZIONALI presentate dagli ospiti stranieri, 
sui seguenti temi: le evidenze oggi nella riabilitazione della lombalgia, le basi 
scientifiche della riabilitazione funzionale delle rachialgie, le evidenze nel trattamento 
della scoliosi con corsetti. 
* L'ISICO AWARD 2008 (quarta edizione), che premia il meglio della letteratura indicizzata 
prodotta dagli italiani.
* LA SESSIONE DEDICATA AL DOLORE CRONICO, per confrontarsi con le indicazioni pratiche 
della letteratura su uno dei problemi principali con cui ci misuriamo tutti i giorni.
* LA SESSIONE MULTISALA MULTIDISCIPLINARE: tre aree sanitarie (con richieste ECM) dedicate 
ai medici, ai fisioterapisti, ai tecnici ortopedici; un'area preventiva-adattativa per 
i laureati in scienze motorie e i diplomati ISEF.
* LA SESSIONE POSTER, con la possibilità di presentare i propri lavori ai partecipanti, 
con ampia discussione.
Programma scientifico e modalità di iscrizione alla pagina: www.isico.it/rer2008


======================================================
L I N K   U T I L I
======================================================
 
+ http://www.partecipasalute.it/cms/informati_bene?q=linee
LINEE GUIDA: COSA SONO, A COSA SERVONO?
La medicina non è un scienza esatta ma è caratterizzata da un'ampia incertezza. Così può 
succedere che un problema di salute possa essere curato in modi diversi. 
Per esercitare al meglio questa scelta è necessario confrontarsi con il proprio medico 
e conoscere le principali proposte diagnostiche e terapeutiche. 

+http://www.partecipasalute.it/cms/informati_bene?q=orientarsi 
ORIENTARSI TRA METANALISI E REVISIONI SISTEMATICHE
Negli ultimi 25 anni si è affermato in campo medico l'uso delle revisioni sistematiche 
di letteratura. Che cosa sono e a che cosa servono le revisioni sistematiche e le metanalisi.


=====================================================
L A  C I T A Z I O N E
=====================================================

“Ognuno di noi confonde i limiti del suo campo visivo per i confini del mondo” 
(A. Schopenhauer).


=====================================================
P E R C H E’   A S S O C I A R S I   A L   G S S
=====================================================
 
+ Accresce le competenze e promuove il progresso professionale (www.gss.it/associa.htm)
 
+ Offre un aggiornamento continuo e di alta qualità nel settore delle patologie 
vertebrali (www.gss.it/attivita.htm)
 
+ Consente un notevole risparmio di tempo e di denaro perché offre il servizio di 
selezionare e riassumere in italiano gli articoli delle più qualificate riviste scientifiche 
a livello internazionale (www.gss.it/aggiorn.htm).
 
+ Consente la lettura degli articoli pubblicati sulle riviste scientifiche internazionali 
sottoscritte dal GSS e la ricerca su temi specifici di carattere  clinico, riabilitativo 
e preventivo (www.gss.it/servizi.htm)
 
 
===================================================
Q U A L C H E  C H I A R I M E N T O
===================================================
 
-- Cos'e' il GSS?
Il Gruppo di Studio della Scoliosi e delle patologie vertebrali e' un'associazione s
cientifica no-profit.
Per maggiori chiarimenti, vai alla pagina 
http://www.gss.it/gss.htm
E' possibile iscriversi al GSS anche direttamente via Internet: vai alla pagina 
http://www.gss.it/scheda.htm
 
-- Cosa sono le GSS News?
Le GSS News (che state leggendo adesso) sono una pubblicazione mensile che viene 
GRATUITAMENTE inviata via e-mail a chiunque (Soci e non) ne fa richiesta.
 
-- Cos'e' GSS Online?
E' un insieme di servizi e iniziative offerti via Internet ai Soci  del GSS. 
Per maggiori informazioni vai a
http://www.gss.it/online/index.htm
 
_________________________
* Vi invitiamo a distribuire liberamente le GSS News, senza alcuna modifica, a chiunque 
possa essere interessato.
 
* E' possibile consultare i numeri arretrati delle News dalla pagina
/gss/news/index.htm 
 
_________________________
Abbonamento/Rinuncia
Per ricevere le GSS News, inviare una e-mail a: 
abbonami@gss.it
 
Per non ricevere piu' le GSS News, inviare una e-mail a:
rimuovi@gss.it
 
------------
Gruppo di Studio della Scoliosi e delle patologie vertebrali
Casella postale 89
27029 Vigevano PV
Tel./Fax 0381 23617
E-mail: gss@gss.it
http://www.gss.it

Gruppo di Studio della Scoliosi e della colonna vertebrale
Corso Pavia, 37 - 27029 Vigevano (Pv), Italia - gss@gss.it