Il materiale scientifico presentato sul sito è indirizzato ai medici e ai tecnici che trattano le patologie vertebrali. Per i pazienti le informazioni mediche disponibili in queste pagine sono solo ad uso educativo e non sono sostitutive di un parere medico o tecnico professionale.



GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS
 
                                                  GSS News
                               Anno X, Numero 10 - 28 dicembre 2007
 
GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS
 
--------
Il GSS – Gruppo di Studio della Scoliosi e delle patologie vertebrali -  
rispetta la vostra privacy!
La lista degli iscritti e' strettamente riservata e non verra' mai fornita a terzi.
Se non volete piu' ricevere le News, trovate piu' avanti le istruzioni per la 
rinuncia
--------
_________________________
In questo numero:
  
** IN BREVE DALLA LETTERATURA

** IN BREVE DA SOSORT 2007 (BOSTON)

** CONGRESSO R&R 2008

** COMUNICATO STAMPA ISICO

** LINK UTILI

** LA CITAZIONE
 
===================================================
I N   B R E V E    D A L L A  L E T T E R A T U R A
a cura di Alessandra Negrini
===================================================

+ L’EDUCAZIONE DELLA SCHIENA NELLE SCUOLE ELEMENTARI
Cardon GM et al, Eur Spine J, 2007
http://www.gss.it/fascicoli/fascicoli.asp?ref=F200702

Lo studio di Cardon ha dimostrato i vantaggi che si ottengono combinando un programma 
di promozione dell’attività fisica e un programma di educazione della schiena 
(insegnato da specialisti esterni), nelle ultime classi delle scuole elementari, allo 
scopo di iniziare precocemente un programma di protezione della schiena. Comunque, 
i riscontri enfatizzano anche lo svantaggio dato dall’inserimento di entrambi i 
programmi nel normale percorso didattico che risulta già intenso. E’ quindi consigliabile 
inserire l’educazione della schiena nei corsi di studi previsti per la formazione dei 
futuri insegnanti di scuola elementare; in questo modo, sarebbero gli insegnanti stessi 
ad applicare i principi di ergonomia nel loro lavoro quotidiano, sviluppando così 
un’attitudine positiva verso la prevenzione e una maggiore fiducia nella diffusione 
delle informazioni di difesa della salute. In questo modo l’educazione sanitaria 
diventerebbe una parte più integrante del programma didattico delle scuole elementari, 
invece che una componente aggiunta al programma.


+ IL COMPUTER E’ OGGI UNA VALIDA ALTERNATIVA AL CALCO IN GESSO 
PER COSTRUIRE I CORSETTI
Cottalorda J et al, Spine 2005
http://www.gss.it/fascicoli/editoriale.asp?ref=F200603
Lo studio di Cottalorda è il primo pubblicato di una serie di studi che recentemente si 
sono concentrati sulla verifica se la costruzione dei corsetti con tecnologia CAD/CAM, 
ossia con ricostruzione a computer del corsetto invece che con l’uso del gesso, consente 
di replicare per efficacia quanto tradizionalmente fatto a mano dai tecnici ortopedici. 
Questo studio dimostra una sostanziale sovrapponibilità delle due tecniche. Secondo 
Stefano Negrini, segretario generale di SOSORT, i corsetti mal fatti che si vedono spesso 
in giro dopo costruzione a computer non dipendono assolutamente dalla tecnologia CAD/CAM, 
ma da chi li costruisce. Non è quindi colpa del computer, come sosteneva anni fa Sibilla, 
ma di chi lo gestisce. Impossibile ottenere risultati adeguati infatti basandosi solo su 
alcune misure del tronco: si deve fare una scansione laser ed avere il tronco reale del 
paziente a disposizione. Su ogni paziente, sul suo tronco, si deve individualmente costruire 
il suo corsetto. I risultati, come per altro questo lavoro dimostra, in molti casi sono 
migliori rispetto a quelli del corsetto fatto a mano. In particolare, spesso è meglio la 
tollerabilità e la vestibilità, nonché quasi sempre è meglio l’assetto sagittale. E non è poco.


======================================================
I N   B R E V E  D A  S O S O R T  2 0 0 7 (B O S T O N)
a cura di Salvatore Atanasio
======================================================

+ www.scoliosisjournal.com
Sezione dedicata alla rivista internazionale online “Scoliosis", con un breve riassunto 
in italiano e un link che permette di collegarsi direttamente agli articoli integrali 
in inglese. Gli articoli più interessanti verranno tradotti in italiano e diffusi 
attraverso i fascicoli del GSS (www.gss.it/fascicoli).

Continuiamo ad occuparci del ricchissimo materiale proveniente dal congresso SOSORT 
di Boston del maggio scorso. 

- L’IMPATTO SULLA QUALITÀ DI VITA DELL’AUTOVALUTAZIONE 
DELLA DEFORMITÀ NEGLI ADULTI CON SCOLIOSI
Tones MJ, Moss ND
Scoliosis 2007, 2:14doi:10.1186/1748-7161-2-14
http://www.scoliosisjournal.com/content/pdf/1748-7161-2-14.pdf
L’analisi dei risultati derivanti dai questionari di autovalutazione della deformità 
nei pazienti scoliotici adulti è di fondamentale importanza se è vero come è vero che 
sono proprio i motivi di natura estetica (più del dolore, più dell’instabilità della curva) 
quelli che con maggior frequenza portano ad una consulenza chirurgica. Questo puntuale ed 
esaustivo studio, come già altri in precedenza, ci mostra che per la qualità di vita sia 
sotto l’aspetto fisico che psicologico, conta più la percezione soggettiva della deformità 
che la gravità della deformità stessa e ci invita a considerare come non vi sia in realtà 
ancora uno strumento valutativo idoneo ad analizzare le complesse implicazioni sulla salute 
e sulla qualità di vita della scoliosi in età adulta.

- ULTERIORE VALUTAZIONE DELLA WRVAS: CORRELAZIONE CON LA TIPOLOGIA 
DELLA CURVA E LA DEFORMITÀ RADIOGRAFICA
Bago J, Climent JM, Pineda S, Gilperez C
Scoliosis 2007, 2:12doi:10.1186/1748-7161-2-12
http://www.scoliosisjournal.com/content/pdf/1748-7161-2-12.pdf
Ancora sulle scale di autovalutazione: la WRVAS è una scala visuale che ci informa sulla 
percezione che ha il paziente della propria deformità. In questo studio molto attento, 
particolareggiato e, se mi passate il termine, anche spietato, ci viene evidenziata 
l’incapacità di questa scala di mostrare la deformità che il soggetto ha realmente. 
In alcuni casi non c’è correlazione in altri casi la correlazione è comunque scarsa 
tra le figure di autovalutazione e le misurazioni radiografiche o cliniche. In definitiva 
potremmo dire che il paziente scoliotico ha (quasi sempre?) una percezione alterata della 
propria deformità.


======================================================
C O N G R E S S O   ISICO "R&R  2 0 0 8"
QUOTE RIDOTTE PER LE ISCRIZIONI ENTRO IL 15 FEBBRAIO 
======================================================

+ www.isico.it/rer2008
Proseguendo nel solco della prime tre edizioni, che hanno riscosso
un grande successo (oltre 700 presenze nel 2007), fornendo ai 
partecipanti certezze derivanti da studi seri, si svolgerà a MILANO, 
il 15 MARZO 2008, il Congresso ISICO "R&R 2008 - Rachide e 
Riabilitazione Multidisciplinare: IV Evidence Based Medicine". 
E’ un evento da non perdere, un’occasione preziosa di aggiornamento 
e di crescita professionale.

Per gli abbonati alle GSS NEWS (non soci GSS): QUOTE RIDOTTE 
PER LE ISCRIZIONI ENTRO IL 15 FEBBRAIO (EURO 150 INVECE DI 180).

Programma scientifico e modalità di iscrizione alla pagina: www.isico.it/rer2008


======================================================
C O M U N I C A T O   S T A M P A    I S I C O 
======================================================

+ http://www.isico.it/comunicati/comunicati.asp

Notizie dalla bibliografia internazionale a cura di ISICO, 
Istituto Scientifico Italiano Colonna vertebrale.
Comunicato n. 4/2007 - 6 dicembre 2007:
- La "cervicale" dei bambini: studiare è un lavoro faticoso per il collo! 
- Mettersi a letto per il mal di schiena fa male, ma i pazienti lo fanno lo stesso! 


======================================================
L I N K   U T I L I
======================================================

+ http://mediacenter.corriere.it/MediaCenter/action/player?uuid=7b362e38-99de-11dc-aff3-0003ba99c53b
Scoliosi: fondamentale curarla tempestivamente.
Un filmato sulla rubrica della salute del Corriere della Sera Online,
spiega che non si tratta di un «atteggiamento», ma di un reale problema anatomico, che 
richiede un trattamento il più precoce possibile. 

+ http://www.partecipasalute.it/cms/informati_bene?q=linee
Linee guida: cosa sono, a cosa servono?
La medicina non è un scienza esatta ma è caratterizzata da un'ampia incertezza. Così può 
succedere che un problema di salute possa essere curato in modi diversi. 
Per esercitare al meglio questa scelta è necessario confrontarsi con il proprio medico 
e conoscere le principali proposte diagnostiche e terapeutiche. 


=====================================================
L A  C I T A Z I O N E
=====================================================

"Chi è in cammino troppo in fretta, spesso supera la meta senza accorgersene." (G. Candolini)


=====================================================
P E R C H E’   A S S O C I A R S I   A L   G S S
=====================================================
 
+ Accresce le competenze e promuove il progresso professionale (www.gss.it/associa.htm)
 
+ Offre un aggiornamento continuo e di alta qualità nel settore delle patologie 
vertebrali (www.gss.it/attivita.htm)
 
+ Consente un notevole risparmio di tempo e di denaro perché offre il servizio di 
selezionare e riassumere in italiano gli articoli delle più qualificate riviste scientifiche 
a livello internazionale (www.gss.it/aggiorn.htm).
 
+ Consente la lettura degli articoli pubblicati sulle riviste scientifiche internazionali 
sottoscritte dal GSS e la ricerca su temi specifici di carattere  clinico, riabilitativo 
e preventivo (www.gss.it/servizi.htm)
 
 
===================================================
Q U A L C H E  C H I A R I M E N T O
===================================================
 
-- Cos'e' il GSS?
Il Gruppo di Studio della Scoliosi e delle patologie vertebrali e' un'associazione s
cientifica no-profit.
Per maggiori chiarimenti, vai alla pagina 
http://www.gss.it/gss.htm
E' possibile iscriversi al GSS anche direttamente via Internet: vai alla pagina 
http://www.gss.it/scheda.htm
 
-- Cosa sono le GSS News?
Le GSS News (che state leggendo adesso) sono una pubblicazione mensile che viene 
GRATUITAMENTE inviata via e-mail a chiunque (Soci e non) ne fa richiesta.
 
-- Cos'e' GSS Online?
E' un insieme di servizi e iniziative offerti via Internet ai Soci  del GSS. 
Per maggiori informazioni vai a
http://www.gss.it/online/index.htm
 
_________________________
* Vi invitiamo a distribuire liberamente le GSS News, senza alcuna modifica, a chiunque 
possa essere interessato.
 
* E' possibile consultare i numeri arretrati delle News dalla pagina
/gss/news/index.htm 
 
_________________________
Abbonamento/Rinuncia
Per ricevere le GSS News, inviare una e-mail a: 
abbonami@gss.it
 
Per non ricevere piu' le GSS News, inviare una e-mail a:
rimuovi@gss.it
 
------------
Gruppo di Studio della Scoliosi e delle patologie vertebrali
Casella postale 89
27029 Vigevano PV
Tel./Fax 0381 23617
E-mail: gss@gss.it
http://www.gss.it

Gruppo di Studio della Scoliosi e della colonna vertebrale
Corso Pavia, 37 - 27029 Vigevano (Pv), Italia - gss@gss.it