Il materiale scientifico presentato sul sito è indirizzato ai medici e ai tecnici che trattano le patologie vertebrali. Per i pazienti le informazioni mediche disponibili in queste pagine sono solo ad uso educativo e non sono sostitutive di un parere medico o tecnico professionale.



GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS
 
                                               GSS News
                    Anno IX, Numero 7 - 15 settembre 2006
 
GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS*GSS
 
--------
Il GSS rispetta la vostra privacy!
La lista degli iscritti e' strettamente riservata e non verra' mai fornita a terzi.
Se non volete piu' ricevere le News, trovate piu' avanti le istruzioni per la 
rinuncia
--------
_________________________
In questo numero:
 
 
** IN BREVE DALLA LETTERATURA

** CONGRESSO RACHIDE E RIABILITAZIONE 2007

** CORSI E CONGRESSI

** LINK UTILI 

** LA CITAZIONE

 
===================================================
I N   B R E V E    D A L L A  L E T T E R A T U R A
===================================================
 
+ MAL DI SCHIENA E PATOLOGIE DISCALI NEGLI ADOLESCENTI
Kjaer, Spine, 2005

Nell'ultimo decennio il mal di schiena nei bambini e negli adolescenti è stato studiato 
in modo più approfondito. Il mal di schiena in questi gruppi di età un tempo era considerato 
una rarità e un segnale potenziale di patologie serie e/o di patologie strutturali.
Ora è chiaro che il mal di schiena non è raro nei bambini, e la sua prevalenza negli 
adolescenti è simile a quella degli adulti.
C'è stata un'inversione di rotta anche nella considerazione della degenerazione discale 
nel rachide giovane. La degenerazione discale veniva un tempo considerata un processo che 
iniziava in età adulta. Ma una serie di ricerche dell'ultimo decennio ha indicato che la 
degenerazione inizia nelli'nfanzia, evidenziando che una diminuzione di apporto 
sanguigno al disco intervertebrale all'inizio della seconda decade di vita sembra dare 
l'avvio al processo di degenerazione del tessuto.
Uno studio trasversale recente su tredicenni danesi, basato sulla popolazione, ha evidenziato 
un livello notevole di anomalie in questi rachidi giovani.
Tuttavia, gli studi con Risonanza Magnetica sulla relazione tra anomalie discali e mal di 
schiena negli adolescenti hanno portato a conclusioni contraddittorie. Rimane da chiarire 
fino a che punto le anomalie discali negli adolescenti predispongano a problemi futuri.
 
 
+ ATTIVITA' FISICA E DOLORE
Staal, Journal of Occupational Rehabilitation, 2005

Gli operatori sanitari continuano ad attribuire il mal di schiena a lesioni traumatiche, 
malgrado le evidenze dimostrino che le cause sono ben altre. E molti limitano subito 
l'attività e il lavoro per consentire alla lesione di guarire.
Questi atteggiamenti cozzano con la convinzione moderna che un ritorno precoce all'attività 
sia terapeutico, acceleri il recupero funzionale e riduca la disabilità lavorativa.
La limitazione dell'attività come terapia per il mal di schiena deriva dalla paura che 
una ripresa precoce dell'esercizio fisico esacerbi il dolore e danneggi tessuti vulnerabili. 
Queste paure hanno infettato gli atteggiamenti della società verso il mal di schiena e 
il trattamento del mal di schiena nell'industria, contribuendo in modo decisivo alla 
trasformazione di un sintomo fisico comune in un'epidemia invalidante diffusa in tutto 
il mondo. Ma queste paure sono ragionevoli?
Staal ha revisionato la letteratura scientifica sull'esercizio e il mal di schiena per 
rispondere a tre questioni importanti: (1) L'esercizio aumenta il rischio di mal di schiena 
tra persone senza sintomi? (2) La prescrizione di esercizi a persone che soffrono di mal 
di schiena provoca un aumento delle percentuali di ricadute? (3) Una ripresa precoce del 
lavoro complica i problemi alla schiena? 
La risposta alle tre domande è  risultata essere un no.
  
 
+ MAL DI SCHIENA E OBESITA'
North American Spine Society, 2005

Non è  raro che i medici e i terapisti dicano ai propri pazienti che l'obesità provoca mal 
di schiena e che l'aumento di peso esacerba i sintomi. Alcuni raccomandano ai pazienti di 
dimagrire e sostengono che mantenendo un peso normale si prevengono problemi futuri al rachide.
Ma le evidenze epidemiologiche esistenti non evidenziano una relazione causale chiara tra 
obesità e mal di schiena. Le evidenze biomeccaniche sono vaghe e non conclusive.
Non esistono studi controllati che evidenzino che la diminuzione di peso allevi il mal di 
schiena, o che riduca il numero di ricadute. Ed esistono ben poche evidenze che  il 
mantenimento di un peso normale prevenga il mal di schiena.
Sicuramente esistono forti evidenze che l'obesità  è una comorbidità frequente tra i pazienti 
con mal di schiena. E che i pazienti obesi si presentano con una salute peggiore rispetto 
alle persone con peso normale. Ma non è stato provato che un peso del corpo elevato sia un 
importante predittore dei risultati del trattamento.
L'elenco di questi dati non minimizza l'impatto dell'obesità sulla salute dell'uomo. 
Esistono evidenze convincenti che l'obesità aumenta i rischi di patologie cardiovascolari, 
infarto, diabete, alcuni tipi di cancro e forse persino di morte prematura. 
I motivi che inducono le persone obese a perdere peso sono numerosi. Ma in base alle 
evidenze scientifiche, il mal di schiena non è in cima alla lista. 
 


===================================================
C O N G R E S S O  R A C H I D E   &   
R I A B I L I T A Z I O N E 2 0 0 7
===================================================

Il Congresso R&R 2006, che si è svolto a Milano lo scorso mese di Marzo, ha riscosso un 
grande successo di partecipazione (oltre 600 iscritti) e un elevato indice di gradimento 
per i contenuti scientifici.
J.P. O'BRIEN (USA),  presidente della National Scoliosis Foundation degli Stati Uniti, e 
due prestigiosi esperti inglesi della colonna vertebrale, Patricia Dolan e Gordon Findlay, 
interverranno al "TERZO CONGRESSO R&R - Rachide e Riabilitazione Interdisciplinare: la 
medicina basata sull'evidenza", in programma a MILANO, SABATO 10 MARZO 2007, organizzato 
da ISICO (Istituto Scientifico  Italiano Colonna Vertebrale) in collaborazione con il GSS. 
In sintesi, tutto il meglio dell'anno a livello scientifico nel nostro settore: un evento 
eccezionale da non perdere, una data importante da segnare nel calendario dei propri 
impegni di aggiornamento scientifico per il 2007!
Invieremo prossimamente il programma scientifico e le modalità di iscrizione.



========================================================
C O R S I    E   C O N G R E S S I
========================================================

+ Si svolgeàr ad ALASSIO  (SV), il 6-7 ottobre 2006,  la IV edizione del Congresso 
"ADVANCES IN MANUAL THERAPY AND SPORT REHABILITATION".
Programma, informazioni e modulo per l'iscrizione: 
http://www.terapiamanuale.it/Congresso/
Sconto ai Soci GSS

+ Si svolgeàr ad ASTI, sabato 28 ottobre 2006, il Congresso IDROTERAPIA E COLONNA 
VERTEBRALE  L'esercizio terapeutico in piscina per il trattamento della patologia del rachide.
Programma, informazioni e modalità di iscrizione:
http://www.gss.it/notizie/congressiedi.ermes/idroterapia-ottobre.pdf

+ Si svolgeranno a ROMA, il 28-29 ottobre 2006, le II GIORNATE INTERNAZIONALI DI 
POSTUROLOGIA  Le scoliosi: approccio multidisciplinare.
Programma, informazioni e modalià di iscrizione:
http://www.marrapesedizioni.com/conv_gip.htm 
Sconto ai Soci GSS



======================================================
L I N K  U T I L I  
======================================================

+ http://www.partecipasalute.it/informati-bene/difetti-giornalismo-000.php
Cosa bisogna chiedersi quando si legge una notizia sulla salute? Come si fa a sapere se 
una fonte è affidabile?
 
+ http://www.partecipasalute.it/informati-bene/prevenzione-001.php
"Prevenire è meglio che curare" recita uno slogan. Ma è sempre vero?



=====================================================
L A  C I T A Z I O N E
=====================================================

Può ben dire la sua un leone, quando a dir la loro ci sono tanti asini in giro
(William Shakespeare).



========================================================
P E R C H E'   A S S O C I A R S I   A L   G S S
========================================================
 
+ Accresce le competenze e promuove il progresso professionale (www.gss.it/associa.htm)
 
+ Offre un aggiornamento continuo e di alta qualit nel settore delle patologie vertebrali 
(www.gss.it/attivita.htm)
 
+ Consente un notevole risparmio di tempo e di denaro perch offre il servizio di 
selezionare e riassumere in italiano gli articoli delle pi qualificate riviste 
scientifiche a livello internazionale (www.gss.it/aggiorn.htm).
 
+ Consente la lettura degli articoli pubblicati sulle riviste scientifiche internazionali 
sottoscritte dal GSS e la ricerca su temi specifici di carattere  clinico, riabilitativo 
e preventivo (www.gss.it/servizi.htm)
 
 
 
========================================================
Q U A L C H E  C H I A R I M E N T O
========================================================
 
-- Cos'e' il GSS?
Il Gruppo di Studio della Scoliosi e delle patologie vertebrali e' un'associazione scientifica no-profit.
Per maggiori chiarimenti, vai alla pagina 
http://www.gss.it/gss.htm
E' possibile iscriversi al GSS anche direttamente via Internet: vai alla pagina http://www.gss.it/scheda.htm
 
-- Cosa sono le GSS News?
Le GSS News (che state leggendo adesso) sono una pubblicazione mensile che viene 
GRATUITAMENTE inviata via e-mail a chiunque (Soci e non) ne fa richiesta.
 
-- Cos'e' GSS Online?
E' un insieme di servizi e iniziative offerti via Internet gratuitamente ai Soci  del GSS. 
Per maggiori informazioni vai a
http://www.gss.it/online/index.htm
 
_________________________
* Vi invitiamo a distribuire liberamente le GSS News, senza alcuna modifica, a chiunque possa essere interessato.
 
* E' possibile consultare i numeri arretrati delle News dalla pagina
/gss/news/index.htm 
 
_________________________
Abbonamento/Rinuncia
Per ricevere le GSS News, inviare una e-mail a: 
abbonami@gss.it
 
Per non ricevere piu' le GSS News, inviare una e-mail a:
rimuovi@gss.it
 
------------
Gruppo di Studio della Scoliosi e delle patologie vertebrali
Casella postale 89
27029 Vigevano PV
Tel./Fax 0381 23617
E-mail: gss@gss.it
http://www.gss.it

Gruppo di Studio della Scoliosi e della colonna vertebrale
Corso Pavia, 37 - 27029 Vigevano (Pv), Italia - gss@gss.it