LA NUOVA FRONTIERA PER LE SCOLIOSI NEI BAMBINI

Beckmez S, Current Opionion in Pediatrics, 2017
Ridderbusch K, Journal of Pediatric Orthopaedics, 2016
Figueiredo N, Neurosciences, 2016

L'obiettivo del trattamento nelle scoliosi ad esordio precoce è quello di correggere la deformità permettendo una crescita della gabbia toracica ottimale per le sue funzioni cardio-polmonari. 
La terapia con le barre magnetiche allungabili consiste in un allungamento transcutaneo indotto magneticamente che permette una distrazione non invasiva, raggiungendo una crescita spinale comparabile con quella raggiunta con le barre allungabili tradizionali. Questa tecnica è stata introdotta per ridurre al minimo gli interventi chirurgici invasivi (Bekmez, 2017).
Un primo studio condotto su 35 pazienti ha dimostrato che la tecnica con barre magnetiche allungabili (MCGR) è sicura ed efficace: 30 pazienti non hanno avuto problemi secondari, in un paziente si è verificata una perdita di distrazione ed è stato necessario cambiare le barre, 3 pazienti hanno sviluppato una cifosi giunzionale prossimale e in un paziente si è allentata una vite, rendendo necessario un intervento chirurgico di correzione (Ridderbusch, 2016)
Una revisione sistematica appena successiva ha incluso 6 studi per un totale di 68 pazienti con un'età media di 8.38 anni. Sono state utilizzate sia la tecnica a doppia barra che a singola barra. La percentuale di complicanze postoperatorie è stata simile per entrambe le tecniche, 25% nella doppia barra e 31% nella singola. La tecnica con doppia barra ha consentito di raggiungere una migliore correzione delle curve e di massimizzare la lunghezza spinale tra T1 e S1 rispetto alla tecnica con barra singola.
Un'evidenza di livello IV supporta l'utilizzo di MCGR come un'alternativa sicura ed efficace nel trattamento delle scoliosi gravi ad esordio precoce (Figueiredo, 2016).


Gruppo di Studio della Scoliosi e della colonna vertebrale
Corso Pavia, 37 - 27029 Vigevano (Pv), Italia - gss@gss.it