ASSOCIAZIONE TRA OBESITA', DISTURBI DELL'UMORE E LOMBALGIA

Chou L, Medicine, 2016

L'obesità rappresenta uno dei tanti fattori di rischio per la lombalgia, nonostante una revisione sistematica recente l'abbia classificata come fattore di rischio solo debole. L'associazione tra sovrappeso e obesità e mal di schiena è maggiore nelle donne rispetto agli uomini e questa disparità può essere dovuta sia alla differenza nella percezione del dolore e all'influenza ormonale, sia alla diversa composizione e distribuzione di massa grassa e massa magra esistente tra i due sessi.
Uno studio trasversale è andato ad esaminare questa associazione in una popolazione di 820 uomini, analizzando la presenza di lombalgia tramite il Chronic Back Pain Grade Questionnaire, la costituzione corporea tramite assorbimetria bifotonica a raggi x e la presenza di disturbi emotivi tramite l'Hospital Anxiety Depression Scale.
I risultati dello studio hanno confermato l'associazione esistente tra lombalgia e un indice di massa corporea, un rapporto vita-fianchi e un indice di massa grassa più elevati. È stato inoltre trovato che questa associazione era maggiore nei soggetti che presentavano disturbi dell'umore.
Questo risultato mette in luce la necessità di insistere maggiormente sull'importanza della perdita di peso con quei pazienti che presentano anche disturbi dell'umore.


Gruppo di Studio della Scoliosi e della colonna vertebrale
Corso Pavia, 37 - 27029 Vigevano (Pv), Italia - gss@gss.it