L'ALLENAMENTO PROPRIOCETTIVO COME PREVENZIONE DI EPISODI DI LOMBALGIA NEGLI ATLETI

Riva D, The Journal of Strenght & Conditioning Research, 2016

Negli anni sono stati studiati moltissime tipologie di esercizio fisico nell’ambito della prevenzione e della cura della lombalgia.
Il primo studio che è andato ad indagare l’influenza dell’allenamento propriocettivo sulla lombalgia è stato uno studio prospettico di sei anni condotto su 55 soggetti che praticavano pallacanestro a livello professionale.
La definizione di “esercizi propriocettivi” in letteratura non è ancora stata chiarita; gli autori dello studio hanno inteso con allenamento propriocettivo esercizi basati su un’instabilità quantificabile, con l’obiettivo di migliorare la stabilità unipodale raffinando il controllo propriocettivo.
Nel primo biennio, il programma preventivo consisteva in esercizi propriocettivi classici, nel secondo in esercizi propriocettivi quantificabili e interattivi per mezzo di basi propriocettive elettroniche, nel terzo biennio la stessa tipologia del secondo, con un aumento dell’intensità e una riduzione della durata dell’allenamento.
I risultati hanno mostrato una riduzione statisticamente significativa del 77.8% degli episodi di lombalgia, oltre che del 81% di distorsioni di caviglia e del 64.5% di distorsioni del ginocchio.
Confrontando poi i giocatori che hanno partecipato al programma con le new entry, il controllo propriocettivo era migliorato in modo significativo del 72.2%.
Gli autori suggeriscono quindi di introdurre in modo sistematico un allenamento propriocettivo specifico nei programmi di allenamento degli sportivi non solo ad alto livello, con l’ottica di prevenire infortuni dell’arto inferiore ed episodi di lombalgia.


Gruppo di Studio della Scoliosi e della colonna vertebrale
Corso Pavia, 37 - 27029 Vigevano (Pv), Italia - gss@gss.it