ESISTE UN'ASSOCIAZIONE TRA LA GRAVITA' RADIOLOGICA DELLA STENOSI SPINALE LOMBARE E LA DISABILITA', IL DOLORE E L'ESITO CHIRURGICO?

Solheim O, Spine, 2016

Sempre più studi stanno dimostrando l'esistenza di una scarsa correlazione tra la sintomatologia clinica e i reperti radiologici nei pazienti con dolore lombare.
In presenza di stenosi spinale lombare (LSS), i chirurghi valutano attentamente l'aspetto della stenosi stessa in risonanza magnetica (RM) e i risultati guidano il processo decisionale che porta alla scelta dell'intervento.
Uno studio multicentrico osservazionale norvegese è andato ad indagare quanto la gravità della stenosi spinale lombare fosse associata alla disabilità e al dolore preoperatori e all'esito dell'intervento chirurgico. Dei 202 pazienti sottoposti ad intervento di decompressione per LSS, 7 presentavano una stenosi lieve, 38 una stenosi moderata, 108 una stenosi grave e 49 molto grave. É emersa un'assenza di correlazione tra la gravità radiologica della stenosi (secondo la classificazione morfologica di Schizas) e la disabilità (misurata con l'Oswestry Disability Index) e il dolore (sulla scala di classificazione numerica - NRS) preoperatori e l'esito clinico ad un anno dall'intervento.
Secondo i risultati di questo studio, la gravità radiologica della stenosi spinale lombare non dovrebbe essere presa eccessivamente in considerazione nelle scelte cliniche.


Gruppo di Studio della Scoliosi e della colonna vertebrale
Corso Pavia, 37 - 27029 Vigevano (Pv), Italia - gss@gss.it