COSA AGGIUNGE LA RIABILITAZIONE MULTIDISCIPLINARE ALLA FISIOTERAPIA GENERICA IN CHI SOFFRE DI CERVICALGIA CRONICA?

Hidalgo B, Journal of Back Musculoskeletal Rehabilitation, 2017
Monticone M, Clinical Rehabilitation, 2017

Sempre più studi stanno dimostrando la superiorità dei programmi di riabilitazione multidisciplinare comprendenti esercizi multimodali e terapia cognitivo-comportamentale per i pazienti che soffrono di lombalgia cronica.
La stessa considerazione non può essere fatta sulla cervicalgia cronica: l’ultima revisione sistematica condotta si è incentrata sul confronto tra terapia manuale ed esercizi, concludendo che l’efficacia è massima quando vengono applicati entrambi gli approcci in combinazione (Hidalgo B, 2017). Rimane però ancora poco chiaro l’apporto della terapia cognitivo-comportamentale all’interno di un approccio multidisciplinare per la cervicalgia cronica.
Uno studio randomizzato controllato è andato proprio ad indagare se l’approccio multidisciplinare potesse avere un effetto superiore alla fisioterapia generica sui disturbi legati alla cervicalgia cronica in 170 pazienti. I risultati hanno evidenziato come entrambi gli approcci garantissero un miglioramento del dolore e della disabilità, ma solo quello multidisciplinare era in grado di ridurre i livelli di kinesiofobia e catastrofizzazione e di raggiungere miglioramenti decisamente superiori nel dolore e nella disabilità (Monticone M, 2017).
Revisioni sistematiche future dovranno valutare la reale superiorità dell’approccio multidiplinare con terapia cognitivo-comportamentale in chi soffre di cervicalgia cronica.


Gruppo di Studio della Scoliosi e della colonna vertebrale
Corso Pavia, 37 - 27029 Vigevano (Pv), Italia - gss@gss.it