ASPETTI SOCIO-ECONOMICI E QUALITA' DI VITA NEI SOGGETTI CON SCOLIOSI IDIOPATICA ADOLESCENZIALE A 5 ANNI DAL TERMINE DEL TRATTAMENTO CONSERVATIVO

C Wibmer, European Spine Journal, 2019

Le linee guida di SOSORT (Society on Scoliosis Orthopedic and Rehabilitation Treatment) raccomandano per il trattamento conservativo dei pazienti con scoliosi idiopatica adolescenziale la pratica di esercizi fisioterapici specifici (PSSE), abbinati quando necessario all’indossamento di un corsetto rigido a tempo pieno.
Uno studio austriaco ha raccolto le informazioni relative allo stato socio-economico e alla qualità di vita di 41 ragazzi con scoliosi idiopatica adolescenziale che hanno concluso da 5 anni il trattamento con PSSE della scuola Schroth e con il corsetto Cheneau. I risultati riguardanti lo stato socio-economico sono stati migliori rispetto a quelli precedentemente trovati in altri studi, con tutti i partecipanti occupati nel proseguimento degli studi (39%) o nel lavoro (61%). Il 93% dei partecipanti ha dichiarato di praticare attività fisica moderata almeno una volta a settimana, mentre il 76% da due a quattro volte a settimana (la corsa e il rinforzo le attività più menzionate). Anche la qualità di vita (misurata con il questionario SRS-24) era in linea con quanto già precedentemente trovato, ovvero con valori simili a quelli della popolazione generale e superiori a quelli con scoliosi idiopatica adolescenziale non trattata. Il livello di soddisfazione era l’unico dominio che differiva in base alla gravità della scoliosi, con valori superiori nei soggetti con scoliosi lieve (inferiore ai 30° Cobb). Questi dati provenienti da un piccolo campione confermano l’assenza di svantaggi in termini di occupazione, educazione, sport e qualità di vita nei ragazzi che hanno affrontato un trattamento con corsetto a tempo pieno ed esercizi specifici secondo le linee guida.


Gruppo di Studio della Scoliosi e della colonna vertebrale
Corso Pavia, 37 - 27029 Vigevano (Pv), Italia - gss@gss.it