ASSOCIAZIONE TRA ALTEZZA E LOMBALGIA CRONICA: UNO STUDIO NORVEGESE

Heuch I, BMJ Open, 2015

Mentre il peso corporeo come fattore di rischio per il mal di schiena è stato analizzato a fondo, la possibile influenza dell’altezza sull’insorgenza della lombalgia è stata poco studiata. 
Uno studio norvegese è andato ad indagare la possibile associazione tra lombalgia cronica e altezza corporea, andando a chiedere a 3883 donne e 2662 uomini con lombalgia e 10.059 donne e 8.725 uomini senza lombalgia l’insorgenza di mal di schiena durante gli 11 anni di follow-up. 
I fattori di confondimento presi in considerazione sono stati: MBI (Body Mass Index), età, educazione, impiego, attività fisica, fumo, pressione arteriosa e livelli lipidici. 
Non è stata trovata alcuna associazione tra lombalgia e altezza in uomini e donne che soffrivano di lombalgia già al baseline, mentre le donne che non presentavano lombalgia al baseline e con un’altezza uguale o superiore a 170cm avevano un rischio maggiore del 19% di sviluppare una lombalgia cronica rispetto alle donne con un’altezza inferiore a 160cm.
In questo studio non sono stati presi in considerazione l’intensità del dolore e le possibili patologie associate della colonna, come la presenza di ernie del disco o spondilolistesi. Per questo motivo, è impossibile capire se l’associazione osservata sia maggiore in un sottogruppo in particolare, o se semplicemente riflette una debole associazione generale. 
A differenza dei risultati che derivano dallo studio del BMI come fattore di rischio, i risultati di questo studio non hanno delle implicazioni cliniche. Rimane comunque fondamentale continuare a studiare tutti i potenziali fattori di rischio della lombalgia, un problema con un’eziologia in gran parte ancora sconosciuta. 


Gruppo di Studio della Scoliosi e della colonna vertebrale
Corso Pavia, 37 - 27029 Vigevano (Pv), Italia - gss@gss.it