QUAL E' LA REALE CORRELAZIONE TRA L'ESTENSIONE DEL DOLORE E LE LIMITAZIONI FUNZIONALI, FISICHE E PSICOLOGICHE, NEI SOGGETTI CON CERVICALGIA?

Inge Ris, European Journal of Phyisical and Rehabilitation Medicine, 2019

La cervicalgia occupa il quarto posto nella classifica delle cause di anni vissuti con disabilità. I sintomi riportati dai pazienti con cervicalgia posso essere molto vari, e non è ancora chiara la loro correlazione con la qualità di vita.
Uno studio danese è andato per primo ad indagare l’associazione esistente tra l’estensione del sintomo doloroso e le limitazioni funzionali, valutate in base alla qualità di vita, disabilità, depressione, funzionalità cervicale autoriferita e range di movimento. I risultati derivanti da 200 pazienti suggeriscono l’esistenza di una correlazione tra questi due aspetti che varia in base alla causa del dolore: nelle cervicalgie con esordio non traumatico la correlazione era più forte rispetto a quelle di origine traumatica, nelle quali la correlazione era solo debole. Inoltre, i dati confermano quanto già trovato in studi precedenti: i pazienti che presentano aree di dolore più estese mostrano una peggiore funzionalità sia fisica che psicologica.
Questo studio conferma l’esistenza di una correlazione tra l’estensione del dolore e la funzionalità nei pazienti con cervicalgia, ma ci suggerisce di considerare distintamente i pazienti con esordi della sintomatologia diversi.


Gruppo di Studio della Scoliosi e della colonna vertebrale
Corso Pavia, 37 - 27029 Vigevano (Pv), Italia - gss@gss.it